RILANCIARE GLI AFFITTI

MediaHandler

Era il 2012. La crisi immobiliare si faceva sentire.

I mutui erano appena precipitati con -44%. I prezzi degli immobili scendevano a vista d’occhio.

Per rilanciare un po’ l’economia e l’immobiliare Giuliano Olivati, Presidente FIAIP di Bergamo aveva lanciato una proposta che mi pare ancora attuale. Anzi di più.

Olivati, forse troppo avanti per i tempi, aveva pensato di liberalizzare un mercato antico, non più in linea con i tempi.

E allora aveva proposto:

  • durate minori del contratto
  • sfratto rapido a chi non paga
  • possibilità per l’inquilino di recedere rapidamente dal contratto

Si può fare? Io credo sia la strada corretta per livellare il mondo lavorativo, soprattutto riguardo i millennials, alla locazione, ormai così statica e con clausole che sono figlie di tempi andati.

A me piacerebbe:

– Durata massima dei contratti di DUE anni (rinnovabili)

– Niente più aggiornamenti dei canoni all’Istat annualmente, ma solo ogni 4 anni

– Sfratto veloce, dopo 15 giorni dalla data del pagamento per gli arredati; dopo 30 giorni per i non arredati (senza più l’attuale franchigia di 20 giorni ma il giorno del pagamento, fatte salve le valute bancarie, tassativo)

– Possibilità per l’inquilino di recedere dal contratto con un solo mese d’anticipo

Potremmo vedere qui alcuni vantaggi fondamentali

  • per il proprietario riavere in tempi brevi l’immobile
  • per il proprietario significa non tenere a lungo in casa un inquilino moroso
  • per il conduttore grande flessibilità negli spostamenti che ora rispondono a maggiore flessibilità nel mondo del lavoro.

Direi anche che sarebbe ottimale avere molti più immobili arredati adeguatamente (non i vecchi mobili ammuffiti della nonna).

Olivati aveva proposto una libertà quasi assoluta nella trattativa fra locatore e locatario, ma attualmente mi pare ancora troppo per questa Italia che ancora medievale dal punto di vista burocratico e fiscale.

Alla prossima

Brenda

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...